300.000 contagi nel mondo: meglio un “lockdown”?

Condividi:

Negli ultimi giorni viviamo un dramma, mai vissuto e che non ci aspettavamo a livello mondiale causato dal famigerato virus COVID-19.

Oggi, i contagi nel mondo, sono più di 300.000.

L'”infame” virus (e voglio chiamarlo proprio così!) crea innumerevoli problemi soprattutto a livello sociale, ma è anche causa della crescita del numero degli infetti esponenzialmente.

I numeri, però, si sa… parlano chiaro e 300.000 non è di certo un numero piccolo.

L’Italia ha messo tutti i cittadini in quarantena, ma cosa accade nel resto del mondo?

Ad oggi, dalle testate giornalistiche, si evince che il numero dei contagiati cresce molto più velocemente nel resto del mondo che in Italia eppure tutt’ora alcuni paesi sviluppati, come il nostro, non hanno preso misure “drastiche”.

Paesi come la Spagna (25.374) o Francia (14.459) hanno seguito l’esempio italiano e chiuso quasi tutto.

Altri come gli Stati Uniti d’America (24.142), Germania (22.213), Olanda (3.631) o Gran Bretagna (5.018) non stanno applicando una politica di “lockdown” come quella italiana.

Piuttosto restano dell’idea che sia possibile sconfiggere l’ “infame” restando tutti vicini vicini o trattandolo come se fosse una banale influenza.

A giudicare dai contagi in italia e dalla rapidità del fenomeno si può evincere come, di certo, di un’influenza non si tratti e, sarebbe anche il caso, di non prenderla sottogamba.

Che cosa resta da dire a tutti i cittadini del mondo?

La Cina ce l’ha fatta e l’Italia, stando alla curva dei contagi, sarà la prossima solo e soltanto se verranno rispettate le regole imposte, ma nel resto del mondo?

Lo scopriremo solo vivendo e ci auguriamo anche, per i nostri concittadini all’estero dei seri provvedimenti per una migliore qualità di vita.

Ciò che non ci auguriamo è, invece, arrivare al jackpot altrimenti rischiamo l’estinzione!

Resta solo un appello da fare a tutti i cittadini del mondo… 300.000 contagi nel mondo sicuramente non sono tantissimi, ma un consiglio da italiano voglio darvelo:

RESTATE A CASA!

Condividi:

Rosario Cavaleri

Sono un ingegnere che vive la vita "giorno dopo giorno", amante delle nuove avventure che portano sempre ad una crescita personale.

Potrebbero interessarti anche...