Coronavirus – Donare il sangue a Palermo

Condividi:

Donare il sangue è un atto di grandissima solidarietà, oggi più che mai un dovere per aiutare chi rischierebbe di non sopravvivere al Covid-19 o garantire delle concrete possibilità di guarigione a chi, salvo dal virus, ha altrettante patologie.

In particolare, in riferimento alla profonda emergenza sanitaria italiana, poca è la quantità di sangue disponibile e le associazioni e le le aziende ospedaliere lanciano continui appelli per invitare chi può a donare.

Le domande più frequenti di chi non ha mai donato, ma vorrebbe farlo sono, più o meno, sempre le stesse: Posso donare anche io? Come si dona? Dove posso donare a Palermo?

Posso donare anche io?

Ecco i requisiti che devi avere per poter donare:

  • Età compresa tra i 18 ed i 60 anni;
  • Peso non inferiore a 50 kg;
  • Nessun sintomo influenzale, altrimenti attendere almeno due settimane;
  • Se si possiede un tatuaggio questo deve essere stato fatto da almeno 4 mesi;
  • Da almeno un anno non deve essere stato effettuato alcun esame diagnostico invasivo o intervento chirurgico;
  • Non aver avuto rapporti sessuali occasionali e non protetti da almeno 4 mesi;
  • Nessun problema di pressione arteriosa, nessun vaccino recentemente effettuato e nessun trattamento odontoiatrico o terapie farmacologiche.
  • Alcun contatto con individuo affetto da epatite B.

Inutile dirvi che NON può donare chi ha contratto epatite virale B o C, Aids, sifilide, leucemia, diabete o chi assume sostanze stupefacenti.

Riassumendo: bisogna godere, immancabilmente, di un ottimo stato di salute, allora, solo dopo previa consultazione del proprio medico di base, potresti essere un potenziale donatore.

Per ottimo stato di salute si intende, oltre ai parametri precedenti, anche:

  • livelli di emoglobina devono essere superiori, nella donna, a 12,5 g/dL, mentre nell’uomo il valore limite è 13,5 g/dL;
  • pressione arteriosa massima deve essere compresa tra 110 e 180 mmHg, la minima tra 60 e 100;
  • frequenza cardiaca regolare e compresa tra 50 e 100 battiti al minuto.

Soprattutto si ricorda che le donne possono donare ogni 6 mesi (2 volte l’anno), gli uomini all’incirca ogni 3 (3 volte l’anno), salvo particolari casi da valutare in accordo col proprio medico.
Si rimanda alla consultazione del seguente sito per ulteriori approfondimenti.

Come si dona?

Dopo aver consultato il proprio medico di base e verificato di possedere parametri salutari ottimali, ci si reca presso il centro dove si vuole effettuare la donazione, ci si registra e si effettuano i primi accertamenti di routine.
La prassi non prevede immediatamente una donazione, ma una predonazione per capire se il soggetto, pur avendo tutti i requisiti per donare possa effettivamente essere un futuro donatore.

In altre parole qualora la predonazione vada a buon fine si potrà fissare insieme ai medici la data per la prima donazione.

Prima di donare è possibile assumere caffè, tè e qualche fetta biscottata.

In particolare NON è possibile mangiare grassi, dolciumi, latte o derivati.

Dove posso donare a Palermo?

  • Reparti di Medicina Trasfusionale degli ospedali AOUP “Paolo Giaccone” in Via del Vespro (telefono 091.6553222),
  • “Civico” in Via Ernesto Tricomi (telefono 091.6664093 o 091.6662200),
  • “Villa Sofia” in Piazza Salerno 1 (telefono 091.7808074),
  • “Cervello” in Via Trabucco 180 (telefono 091.6802949).

ATTENZIONE: In vista dell’attuale emergenza sanitaria si raccomanda di affidarsi piuttosto alle associazioni dislocate nel territorio al fine di evitare assembramenti soprattutto negli ospedali.
Ad ogni modo, tra le associazioni volontarie dei donatori a Palermo, ve ne indichiamo due:

  • “Thalassa” in Via Papa Sergio I, 5 (telefono 091.6376565)
  • “A.V.I.S” in Via Antonio Salinas, 68 (telefono 091.6255881)

Si ricorda, inoltre che con l’ultimo DPCM, è cambiato il modulo di autodichiarazione (a partire dal 23 Marzo 2020) per lo spostamento delle persone fisiche all’interno del territorio nazionale: serve anche per andare a donare.

L’assenza di sangue mette a rischio numerose terapie salvavita; oggi con l’emergenza in corso non è necessario spiegare perché questo gesto assumi un’importanza così rilevante.
Buona donazione!

Condividi:

Luisa Lombardo

Sono un ingegnere: raggiungo i miei traguardi senza fretta, ma senza sosta!

Potrebbero interessarti anche...