Il muro della Vita

Il muro della VIta
Condividi:

L’ottava opera, approfondita in questo breve articolo è: Il muro della Vita.

Prima però, se ancora non lo hai fatto, ti invito a leggere l’articolo introduttivo e gli articoli precedenti dedicati alle sculture che precedono questa:

In realtà è sbagliato classificarla come unica opera o scultura,  perché è l’insieme di 40 espressioni differenti realizzate da 40 artisti diversi, per questo il termine più appropriato sarebbe “opera collettiva”.

Infatti, nel 1993, Antonio Presti invita 40 artisti provenienti da tutta Europa, per realizzare quest’opera collettiva che sarà battezzata come il Muro della Vita.

E’ ubicato nella SP176 che collega Mistretta a Castel di Lucio, e si tratta, più nello specifico di un vecchio muro di sostegno, appunto “riqualificato” esteticamente con l’inserimento di questi pensieri d’arte.

Descrizione dell’opera

Artisti ceramisti nazionali e internazionali si sono confrontati con un vecchio muro della strada provinciale Castel di Lucio-Mistretta. La memoria di quell’abuso in cemento è stato trattato con poesia e amore innestando su questa materia, come elemento di trasmutazione, la terracotta, e per suggellare questo patto di devozione alla bellezza, ogni artista ha installato nel muro un opera personale.

Fonte

Condividi:

Salvatore Marinaro

Sono un Ingegnere, innamorato della tecnologia e dell'innovazione, a cui piace cimentarsi in nuove esperienze.

Potrebbero interessarti anche...