SicilyTrip – Gole dell’Alcantara

Condividi:

Continua il SicilyTrip, oggi siamo nella Sicilia Nord Orientale precisamente tra Catania e Messina; vi parlerò delle Gole dell’Alcantara.

Una bellezza “da mille e una notte” che prende il suo nome originale da un vocabolo arabo che tradotto vuol dire “il ponte”.

Un po’ di storia

Siamo nella Valle dell’Alcantara, più precisamente nel Parco Fluviale dell’Alcantara istituito a partire dal 2001 proprio a protezione dell’omonimo fiume che nasce dalla costa orientale dei Monti Iblei e deve il suo nome ai resti di un ponte costruito anni prima dai romani per far passare le legioni dell’Impero quando vi erano le piene del fiume.

Il fiume copre una superficie di circa 1928 ettari ed è ideale per una gita fuori porta all’insegna del trekking, del sole e della natura.

Plurimi sono gli storici che hanno descritto tali gole nel corso dei secoli. Primo tra tutti Pietro Bembo nel XV secolo che ne esalta tutta la bellezza.

E’ negli anni 60 che nasce il Parco Botanico e Geologico Gole Alcantara che regala agli occhi di chi lo visita uno scenario surreale e suggestivo.

Originariamente chiamate con il nome di Gole di Larderia si trovano esattamente tra i comuni di Castiglione di Sicilia e Motta Camastra (con l’ingresso al Parco) divisi proprio del fiume in questione.

Anche oggi siamo all’interno di un canyon naturale con rocce alte fino a 50 metri e, così come descritte da Federico De Roberto, “strettissime, profondissime, serpeggianti gole formate da basalti prismatici che sembrano fasci di enormi verghe lapidee violentemente contorti e spezzati” per il fenomeno di raffreddamento di antichissime colate di lave basaltiche interrotte dall’acqua gelida del fiume.

La leggenda

Si narra che il Dio Vulcano, innamorato di Venere, era riuscito a scaldare le acque del fiume per amore, quando l’idillio finì, accecato dalla rabbia e dalla follia, le rese nuovamente ghiacciate e freddissime per punirla.

Si racconta che gli uomini che si immergono in queste freddissime acque ricevano virilità, mentre le donne la verginità.

La particolarità del fiume è che la temperatura dell’acqua del fiume (nel cuore) raggiunge, infatti, gli 8°C motivo per quale sarebbe opportuno indossare una muta a meno che non siate in cerca di emozioni da brivido.

Cosa fare:

Innumerevoli sono le attività da poter fare all’interno del Parco delle Gole dell’Alcantara:

  • trekking,
  • walking tour,
  • bike tour,
  • nordik walking,
  • spray park,
  • canyoning,
  • body rafting,
  • trekking fluviale.

Il SicilyTrip vi ha fatto conoscere nei giorni scorsi:

  • Il Teatro di Andromeda
  • Pantalica

Se non li conosci ti consiglio di andare a rivedere gli articoli… e se ti piacciono non ti resta che correre a visitarle. Curiosi di conoscere il prossimo luogo? Appuntamento al prossimo articolo!

Condividi:

Luisa Lombardo

Sono un ingegnere: raggiungo i miei traguardi senza fretta, ma senza sosta!

Potrebbero interessarti anche...