Una curva gettata alle spalle del tempo

Una curva gettata alle spalle del tempo
Condividi:

Una curva gettata alle spalle del tempo

Il viaggio continua con la seconda scultura realizzata, Una curva gettata alle spalle del tempo.

Dopo l’inaugurazione della prima scultura, La materia poteva non esseri, Antonio Presti continua realizzando e commissionando altre opere da porre lungo il percorso della fiumara.

Infatti ha già contattato un altro scultore, Paolo Schiavocampo, commissionandone un’altra scultura da collocare al bivio tra la strada che porta a Castel di Lucio e una vecchia strada di campagna, allegandola come arredo urbano.

L’opera sarà inaugurata il 30 gennaio 1988.

Descrizione dell’opera

L’opera consiste in un monolite di cemento armato e ferro, collocato ai margini di una curva, che si avvolge su se stessa imitando il movimento di una vela battuta dal vento. La sua linea riproduce in verticale la curva della strada, ma, come dice lo stesso artista, essa viene “mossa dal vento silenzioso che sale dal mare”. L’opera posta in uno spazio di campagna, divide la via antica dalla nuova, non isolandosi ma inserendosi nel percorso, come un punto focale. Un punto, quindi, di mistero, che unisce il passato al futuro insieme ai luoghi, la quiete, le cose, le tradizioni.

Modello 3d

Di seguito troverai il modello 3D dell’opera, che potrai ruotare a 360°.

Se non hai ancora letto l’articolo introduttivo di questa rubrica, dove viene riassunta la storia di questo magnifico museo a cielo aperto, ti invito a farlo cliccando qui.

Fonte

Condividi:

Salvatore Marinaro

Sono un Ingegnere, innamorato della tecnologia e dell'innovazione, a cui piace cimentarsi in nuove esperienze.

Potrebbero interessarti anche...